lunedì 23 dicembre 2013

Laboratorio di Natale per tutta la famiglia

Oggi vogliamo farvi un regalo per Natale, ma è un regalo che vi dovrete costruire.
La situazione che ci siamo immaginati è quella di un giorno di festa in cui i genitori si mettano intorno al tavolo con i propri figli e, con calma, realizzino un gioco per tutta la famiglia; un gioco in cui si possano vincere delle caramelle e con cui... Ripassare un po' la matematica(solo addizioni, niente di preoccupante).
Questo gioco si chiama “Accendi l'albero” e si ispira ad un antico gioco di marinai che viene chiamato “shut the box”.
Vi trovate di fronte ad un albero decorato con sfolgoranti palline: sotto queste palline sono nascoste le luci che devono illuminare l'albero(le caramelle). Voi, lanciando dei dadi, dovrete cercare di ottenere delle combinazioni che vi permettano di togliere la pallina lasciando scoperta la luce, ma....Andiamo per ordine.


domenica 1 dicembre 2013

Second Life - Roby e Manu

E' successo ancora, un altro articolo su Roby e Manu; c'è grande soddisfazione quando parlano di quello che facciamo, certo, ma una cosa che sappiamo è che senza i nostri alunni(e alunne), gli insegnanti che ci affiancano nelle nostre pazzie, gli amici che ci fiancheggiano, i figli che ci sopportano, tutto questo non sarebbe neanche lontanamente immaginabile, ed è a loro che dedichiamo questo pezzo, grazie, dal cuore, anzi, dai cuori.
Roby e Manu


martedì 26 novembre 2013

Aria 3. L'elica di carta


Che cos'è la resistenza dell'aria? Potremmo definirla come la resistenza che l'aria oppone ad un corpo in movimento. La resistenza dell'aria diventa sensibile soltanto ad una certa velocità(se cammini non la senti, se sei in moto la senti tantissimo);se siamo fermi avvertiamo la resistenza dell’aria solo se questa è in movimento, ovvero quando siamo investiti dal vento. E se corriamo con un'elica in mano cosa succederà?

martedì 22 ottobre 2013

Microlaboratorio di Halloween: Un bagno da paura 2

ZOMBIES DA BAGNO
Ecco un altro Microlaboratorio che vi potrà essere utile per realizzare un bagno terrorizzante; oggi vi spiegherò come realizzare degli Zombies da bagno con i rotoli in cartone della carta igienica.

sabato 5 ottobre 2013

Microlaboratorio di Halloween: Un bagno da paura 1


Con questo post iniziamo a descrivere alcune attività che vanno sotto il nome di "Microlaboratori". Si tratta di attività che possono essere svolte in una, massimo due ore, con materiali semplici, di facile reperibilità e che permetteranno di realizzare un oggetto con cui giocare, oppure con cui decorare, oppure, ancora, con cui esplorare. Per ognuno di questi Microlaboratori cercheremo di fornire istruzioni semplici e comprensibili e, ove richiesto, disegni esplicativi o forme da stampare e copiare. In qualsiasi caso, se avete bisogno di consigli e/o precisazioni, o se volete suggerirci dei miglioramenti, scriveteci . Per iniziare, visto l'avvicinarsi di Halloween,  abbiamo pensato di trasformare il bagno di casa in un "bagno da paura" e quindi iniziamo con il trasformare un sapone in un teschio.

mercoledì 25 settembre 2013

Esperimenti con le Leve 1 - L&L ovvero Lippa e Leve

Disegno di Annamaria Minelli


Ho due confessioni da fare: la prima è che non ci ho mai capito niente di leve, a scuola. Vedevo sui libri immagini di altalene, carriole, schiaccianoci, ma non capivo mai che cosa c'entrassero quegli aggeggi con le leve. La seconda confessione riguarda il fatto che sono un appassionato di lippa:ci gioco, propongo partite ai miei allievi durante l'intervallo, qualche volta partecipo anche a competizioni ufficiali(piazzamenti orrendi). Cosa c'entrano questi due fatti tra di loro? Beh, attraverso la lippa e solo pochi anni fa, ho scoperto come funzionano le leve(alcune)  e qui di seguito voglio raccontarvi la mia esperienza.


martedì 17 settembre 2013

Rassegna stampa 2 - Il Diario Contship -























L'annuncio della pubblicazione dell'ottava edizione del Diario di Contship è apparso a piena pagina sul numero 117 di Focus Junior. Per me e Roberta, autori dei testi, è davvero una grande soddisfazione. Chiunque desideri riceverne una copia omaggio pùò indirizzare la richiesta a questo indirizzo: portolab@contshipitalia.com

Rassegna stampa 1 - Giro di Giostra -



Domenica scorsa eravamo in tanti al Parco dell'acqua(quartiere Rubattino, Milano) per la quarta edizione della manifestazione Giro di Giostra... E di acqua ce n'era davvero tanta, acqua piovana per essere precisi, ma ci sono stati anche decine e decine di giochi di strada , centinaia di visitatori/giocatori e allegria e buonumore per tutti.

martedì 20 agosto 2013

Esperimenti con il Corpo Umano 3. L'illusione di Aristotele



Obiettivo di questo esperimento è dimostrare che il nostro corpo, se stimolato secondo certe regole, percepisce la realtà (in questo caso la "realtà tattile") in maniera differente.


giovedì 1 agosto 2013

Esperimenti con il Corpo Umano 2. Pensi di farcela?




Obiettivo di questo esperimento è quello di dimostrare che il nostro corpo, in opportune condizioni, ci svela caratteristiche interessanti, come quelle di riuscire a compiere o  di NON riuscire a compiere determinate azioni.

mercoledì 31 luglio 2013

Esperimenti con il Corpo Umano 1. Alzarsi dalla sedia ? Impossibile!

Oggi inizio con la pubblicazione delle lezioni sul corpo umano: come al solito non aspettatevi lezioni classiche sugli apparati e il loro funzionamento; si parlerà si del corpo umano, ma sempre giocando e cercando di comprendere come funziona mettendolo alla prova di volta in volta. Particolare attenzione verrà data al sistema nervoso e al funzionamento della mente. Andiamo a cominciare con un esperimento sul baricentro....


Esperimenti con l'acqua 3. La stella magica



Obiettivo di questa lezione è dimostrare che l'acqua viene assorbita e quindi “bagna” materiali come il legno e che questo assorbimento può portare a modificazioni dei materiali che assorbono il liquido.

venerdì 12 luglio 2013

Il Diario di Contship 2013 /2014

Oggi per noi è un giorno speciale: è finalmente nelle nostre mani il Diario di Contship, fresco di stampa e pieno di esperimenti, che accompagnerà migliaia di bambine e di bambine per tutto il nuovo anno scolastico.

sabato 15 giugno 2013

Esperimenti con l'acqua 2. L'acqua che ingrandisce.

Quali misteriose proprietà sono nascoste in una goccia d'acqua?
Beh, parecchie.
In questo esperimento vedremo come usare una goccia d'acqua trasformandola in una lente d'ingrandimento, si perché la goccia d'acqua è una vera e propria lente d'ingrandimento.


giovedì 6 giugno 2013

Esperimenti con l'acqua 1. La moneta sospesa nel bicchiere

Le monete galleggiano sull'acqua?
La prima risposta che ci viene in mente è “no”. Ed è la risposta giusta.
Eppure le monete(certe monete in particolare) rimangono sulla superficie dell'acqua, anche se, in realtà non galleggiano.
Ma come fanno?
Sfruttano il principio che sta alla base dell'esperimento descritto in queste pagine:quello della tensione superficiale.
La tensione superficiale è quel fenomeno che fa si che la superficie di un liquido si comporti come una membrana elastica. Ci dobbiamo immaginare la superficie dell'acqua(in questo caso)come coperta da una sottilissima e fragile membrana, sottile e fragile, si, ma in grado di sostenere(occhio! “sostenere” non “far galleggiare”) anche una moneta. Ed è quello che andremo a sperimentare...

venerdì 31 maggio 2013

Esperimenti con l'aria 2. Il Taxi del suono



Bene, abbiamo verificato come l'aria riesca a “suonare”, anche se in realtà abbiamo scoperto che l'aria non suona affatto:c'è sempre bisogno di una vibrazione che possa essere percepita dal nostro orecchio: ma questo cosa ci dice? Ci  dice che la vibrazione(l'onda che si crea dentro il tubo corrugato, il frastuono della sirena dei pompieri, la nostra voce) ha bisogno di un "mezzo" per arrivare al nostro orecchio e questo "mezzo" è proprio l'aria. L'aria è il “taxi” con cui la vibrazione(il suono) arriva fino al nostro timpano. Il timpano, quando l'aria + la vibrazione ci sbattono contro, si mette a vibrare anche lui e noi udiamo una bella canzone, il rumore del traffico, la voce di un amico.
Ma questo “taxi” si può vedere?
Normalmente no, ma possiamo fare un esperimento che ci dimostrerà la sua esistenza.

martedì 28 maggio 2013

Esperimenti con l'aria 1. Il grido del fantasma


Questa lezione inizia con una domanda: l'aria suona?
In effetti non è una domanda semplice.
Quando tira vento noi udiamo un “suono”, un “rumore”.
Quando soffiamo dentro uno strumento a fiato, effettivamente produciamo delle note: ma è l'aria che “suona” o è qualcos'altro?
Se proviamo a chiudere un barattolo con il suo coperchio sicuramente dentro intrappoleremo dell'aria, ma se lasciamo il barattolo tranquillo su di un tavolo l'aria ivi contenuta non si mette certo a suonare. Quindi l'aria ha bisogno di qualcos'altro per suonare(o per fare rumore): ha bisogno dei nostri padiglioni auricolari su cui sbattere(è il caso del vento), ha bisogno di materiali da far vibrare e che, in questo modo, producono il suono(è il caso degli strumenti a fiato).
Non dobbiamo però mai dimenticare(e questo è importantissimo)che l'aria serve a far viaggiare il suono; il suono arriva al nostro timpano per mezzo dell'aria, NO ARIA = NO SUONO. Fissati questi fondamentali concetti andiamo a vedere come far “suonare” l'aria in maniera curiosa, creeremo infatti "il grido del fantasma"

lunedì 15 aprile 2013

Corrodere il guscio di un uovo



Come potremmo classificare questa attività? Beh, probabilmente come attività che ci mostra l'azione di determinate sostanze su altre. In questo esperimento, infatti, prenderemo delle uova e gli scioglieremo letteralmente il guscio grazie all'utilizzo di sostanze che hanno un effetto «corrosivo» sul guscio stesso.

mercoledì 27 febbraio 2013

Esperimenti con le Strutture 5 - Il collasso di una struttura -



Durante le nostre esperienze con le strutture i tentativi che abbiamo compiuto sono stati tutti indirizzati a «far star su» la struttura(la cupola geodetica, l'asse sorretto dai maccheroni). In questa esperienza, invece, ho cercato di far comprendere a ragazze e ragazzi cosa succede quando una struttura collassa, ovvero quando perde le sue caratteristiche di struttura cioè, generalmente, ma non sempre, quando «qualcosa» (un urto, l'invecchiamento del materiale di cui è fatta la struttura, l'alternanza tra il caldo e il freddo, una sollecitazione costante come potrebbe essere il vento) modifica la disposizione della struttura stessa e la fa cedere sotto il peso di un «carico», appunto «collassare».

domenica 3 febbraio 2013

Esperimenti con le Strutture 4 - La cupola geodetica rivisitata -

Da cosa nasce cosa. La cupola geodetica rivisitata.



Dopo le amare delusioni della cupola geodetica che abbiamo tentato di costruire con i giornali arrotolati mi sono chiesto come avrei potuto proporre questa esperienza con modalità, diciamo così, più appaganti e soddisfacenti. Gli studenti, durante la loro esperienza, mi hanno continuato a far notare che i rotoli fatti con il giornale, arrivati ad un certo carico tendevano a piegarsi, compromettendo tutta la struttura. Lo stesso accadeva se qualcuno, accidentalmente, li urtava durante le fasi di costruzione. Ho pensato quindi di cercare un materiale resistente, economico, facile da lavorare, per creare un set-cupola-geodetica che fosse facile da montare, facile da smontare e riutilizzabile un «n» numero di volte. Qui di seguito vi racconto cosa ho fatto e come.

mercoledì 23 gennaio 2013

Esperimenti con le Strutture 3 - Costruire una cupola geodetica -





Sfida sulle strutture con sorpresa -

Informazioni generali

Cercando sul web notizie sulle strutture mi sono imbattuto nella cupola geodetica e in parecchi siti che insegnano come costruirne una. Una cupola geodetica è una struttura costruita da triangoli interconnessi che le conferiscono la forma di una sfera.


mercoledì 2 gennaio 2013

La Befana Funambola





Beh, abbiamo realizzato un giocattolo scientifico per Natale e non vogliamo fare altrettanto per la Befana? Allora visto che il Babbo natale era “equilibrista” la nostra Befana sarà “funambola”, ovvero in grado di rimanere in equilibrio sopra un filo.