sabato 29 marzo 2014

Esperimenti con l'acqua 4. La sfida dei 7 tappi





I 7 tappi
Parliamo di acqua, ma anche di....Magia.
Questo esperimento infatti ha un aspetto scientifico, ma nasce come un numero di magia, naturalmente basato sulla scienza.



Per renderlo una sfida appassionante dovrete procurarvi una bacinella profonda e riempirla per 3/4 d'acqua. Poi recuperate 7 tappi di sughero:mi raccomando di sughero. Niente  tappi di plastica, di silicone, è necessario il vecchio e caro sughero; i tappi devono essere quelli da vino, quindi cilindrici, quelli da spumante o champagne(con la testa grossa) non vanno bene, e devono avere più o meno la stessa dimensione.
A questo punto siamo pronti per la sfida che è.... Far galleggiare i tappi al centro della ciotola, in posizione verticale, in modo che stiano uniti tutti insieme come rappresentato  nell'immagine di copertina


Cosa si può usare per aiutarsi nell'impresa? Nulla.
Colla? No. Elastici? No. Puntine da disegno? No.  Vi avevo avvisato, sembra un'impresa degna di un mago, invece è scienza.

Le operazioni da compiere per riuscire in questo esperimento sono le seguenti:


1. Bagnate i tappi immergendoli nella ciotola, come illustrato qui sotto.





2. Posizionate i tappi e afferrateli come mostrato nell'immagine di seguito.




3.Immergeteli fino ad arrivare al fondo della ciotola, poi molto lentamente, accompagnateli alla superficie continuando a tenerli serrati tra di loro. Quando sentirete che la spinta dell'acqua si fa meno forte(i tappi saranno praticamente in superficie)abbandonateli dolcemente, aprendo piano, piano le mani. Li vedrete rimanere in posizione....Magicamente.

Ma cosa è successo? Com'è possibile questa «magia»?
Nel momento in cui posizionate i tappi per l'immersione noterete che tra i tappi stessi rimangono dei piccoli spazi(immagine qui sotto).



Quando li immergete questi spazi si riempiono d'acqua. Se risalite in superficie abbastanza dolcemente l'acqua, nei punti di contatto tra la superficie del tappo e l'aria(che nel frattempo, durante l'emersione, prende il posto dell'acqua)forma una sottilissima pellicola elastica: è il fenomeno che prende il nome di tensione superficiale. Questa pellicola elastica si crea quando l'acqua entra in contatto con l'aria ed è sufficientemente forte per tenere insieme(quasi come una colla) i nostri 7 tappi. Trovate maggiori informazioni sulla tensione superficiale in questo post (http://robadabambini.blogspot.it/2013/06/esperimenti-con-lacqua-1-la-moneta.html) Sembra magia, ma è scienza al 100%.

Nessun commento:

Posta un commento