mercoledì 31 dicembre 2014

Aria 4 - Formula 1 ... Ad Aria



Con questa esperienza ci interroghiamo sulla "forza" dell'aria.
L'aria ha una sua “forza”?
La risposta è si.
Quando il vento ci scompiglia i capelli, quando la tempesta fa cadere gli alberi, quando la vela si gonfia con una leggera brezza, quando l'uragano distrugge le case, ecco, in tutti questi casi vediamo la forza dell'aria. La sua forza è utile all'uomo: abbiamo visto che spinge le vele, ma fa girare anche le pale eoliche per produrre energia elettrica e, ancora, ruotare le pale dei mulini, per macinare il grano. Ma la forza dell'aria serve anche a far giocare: aquiloni e girandole si muovono grazie alla sua forza, ma non solo...
Oggi infatti realizzeremo un'automobilina che si muove grazie alla forza dell'aria, e con essa potrete gareggiare e comprendere come l'aria sia potente.


Set-up

Per realizzare l'auto ad aria vi serviranno:
1. I 3 schemi allegati, uno per l'auto e uno per il cono di carta e le istruzioni particolareggiate.



2. Due tappi di sughero tagliati al centro, in modo da ottenere quattro “ruote”
3. Due stecchini in legno da cocktail(si vendono nei supermercati e sono lunghi circa 12 cm)
4. Due pezzetti di nastro bi-adesivo
5. Due pezzi di cannuccia da bibita lunghi 10 cm
6. Un trivellino
7. Una pinzatrice
8. Un paio di forbici
9. Pennarelli per colorare l'auto.



Realizzazione dell'auto.


1. Ritagliate l'auto seguendo le indicazioni riportate sulle istruzioni. Fate attenzione ai tubi di scappamento e all'alettone posteriore, sono i punti più delicati(vedi immagini d'aiuto). Poi ritagliate il cono di carta.                                                                                                                     






2. Colorate la vostra auto a piacere.

3. Attaccate i due pezzi di bi-adesivo sul fondo dell'automobilina, in corrispondenza delle barre rosse.


4. Pelate il bi-adesivo e attaccateci sopra i due pezzi di cannuccia(vedi immagini d'aiuto).


5. Ora prendete i quattro “pneumatici” e con il trivellino fate un buco al centro di ogni tappo.
Il trivellino è un “trapano primitivo” ed usarlo è abbastanza semplice: si preme nel punto in cui si vuole fare il buco e, contemporaneamente, si ruota in senso orario. La punta del trivellino è a forma di codino di maiale e comincerà ad affondare nel materiale; dopo una decina di giri avrete fatto un buco sufficientemente profondo. A questo punto girate il trivellino in senso contrario e sfilatelo dal tappo. Il vostro buco è pronto.


6. Infilate i due stecchi da cocktail ognuno in un “pneumatico”, fateli passare all'interno delle cannucce e inserite anche l'altro pneumatico. Assicuratevi che le ruote possano girare liberamente.





7. Ora prendere il pezzetto di carta che vi servirà per costruire il cono di carta, il “motore” della nostra auto.


8. Arrotolate il pezzetto di carta sino ad ottenere un cono, fate in modo che le due scale graduate, stampate sul pezzetto di carta, combacino.




9.  Fissate il cono così ottenuto con un punto metallico (vedi immagini d'aiuto)



10. Ora fissate il cono all'automobile con due punti metallici(fare riferimento al foglio istruzioni).



11. Poi piegate l'alettone ed i tubi di scappamento come illustrato nell'immagine d'aiuto.





12. La vostra auto da corsa ad aria è terminata, ora dovete solo collaudarla, quindi mettete la cannuccia in bocca e dirigetela verso l'imboccatura del cono. Tenendola verticalmente rispetto alla macchina soffiate delicatamente e vedrete il vostro bolide sfrecciare.





Ah, la potenza dell'aria.....






Nessun commento:

Posta un commento