lunedì 17 settembre 2018

Aria 8 – La lattina salterina -

Come può una lattina (vuota) saltare da una tazza all'altra senza che nessuno la tocchi? Un esperimento da eseguire in classe per dimostrare il concetto di pressione e quindi "di forza" dell'aria stessa.

Preparazione dell'esperimento
Dividete la classe in 4 gruppi e consegnate ad ognuno di essi il materiale per sperimentare la lattina salterina e più precisamente: una lattina da bibita (vuota), due tazze tipo “mug”.

Obiettivo della lezione
Approfondire il tema della pressione dell'aria attraverso un esperimento coinvolgente

Storytelling della lezione
E' evidente che abbiamo due tazze, ad una certa distanza l'una dall'altra (vedi immagine): in una tazza è posizionata una lattina ed è proprio quest'ultima che deve spostarsi da una tazza all'altra senza essere toccata. Provate ad immaginarvi come, visto che parliamo di aria.Generalmente intuito & curiosità lavorano di pari passo e gli alunni in pochi minuti capiranno che, con un soffio deciso, si riesce a lanciare la lattina fuori dalla prima tazza; che entri poi nella seconda mug è un fatto di esercizio, mira e anche di una gran fortuna (ma capita)


Perché succede quel che succede?
Soffiando aria, violentemente, in un contenitore dove lo spazio sia quasi tutto occupato da un corpo,si crea un notevole aumento di pressione sul fondo del contenitore stesso, è questo che spinge la lattina fuori dalla tazza (probabilmente il fondo concavo della lattina aiuta).

Varianti
Originalmente questo esperimento si effettuava con due tazzine da caffè e un uovo sodo: le uova sono più pesanti e necessitano di un soffio potente e di una pressione maggiore (ecco il perché delle tazzine:minor spazio = più pressione). Se prevedete di pranzare con un uovo sodo, prima di consumarlo, potete provare questo esperimento. Mi raccomando:sodo!

Un altro esperimento che si può effettuare (ma quando si è diventati davvero bravi) è quello di infilare una pallina da ping pong in una tazzina da caffè e di sistemarne altre 3, in fila, dietro alla prima. Con il solo uso del “soffio” bisognerà far passare la pallina da una tazzina all’altra, senza farla cadere sul tavolo : un’impresa difficile, ma non impossibile.



Nessun commento:

Posta un commento